I NOSTRI ITINERARI:  u.s.a i nostri itinerari 13 giorni 12 notti

ATTRAVERSO LA ROUTE 66

Giorno 1
CHICAGO
Benvenuti negli Stati Uniti e nella “Windy City”!!! Chicago è la quintessenza delle città americane: architettura, jazz e blues, numerosi musei d’arte ed è un paradiso per gli amanti della carne.

Giorno 2
CHICAGO – SPRINGFIELD (199 miglia/320 km)
Mattinata libera per scoprire la “Windy City”. Puoi passeggiare lungo il Magnificent Mile con i suoi bellissimi negozi oppure visitare il 95° piano della John Hancock Tower per ammirare uno splendido panorama. Durante il pomeriggio proseguimento del viaggio. La Route 66 inizia all’incrocio tra la Michigan e la Adams Avenue; da qui sarai nel cuore dell’America. Una fermata interessante è Springfield, città natale di Abraham Lincoln e sede del Festival internazionale Route 66 Mother Road a settembre.

Giorno 3
SPRINGFIELD – ST. LOUIS (101miglia/163 km)
Arrivo a St. Louis, Missouri, situato sulle rive del Mississippi e molto famoso per il grazioso “Gateway Arch”. Possibilità di visitare la fabbrica di birra più grande a livello mondiale, la Anheuser-Busch Brewery. Da non perdere: la Cathedral Basilica di St. Louis e il Missouri Botanical Gardens, oppure una crociera sull grande fiume Mississippi.

Giorno 4
ST. LOUIS – SPRINGFIELD (215 miglia/344 km)
Oggi proseguimento del viaggio attraverso il Missouri, la terra di Mark Twain. Qui troverai Meramec Caverns, l’attrazione più famosa sulla Route 66. Luogo molto conosciuto come posto di sensazionali ritrovamenti: da manufatti archeologici al nascondiglio del famoso fuorilegge Jesse James. Pernottamento nella “City of the Ozarks”, Springfield, la terza città più grande del Missouri.

Giorno 5
SPRINGFIELD- JOPLIN – TULSA – OKLAHOMA CITY (280 miglia/448 km)
Non molto lontano da Springfield si trova la città vittoriana Carthage. Prima di entrare a Oklahoma, percorrere un breve tratto della vecchia Route 66 attraverso la zona nord est del Kansas. Sosta a Tulsa per visitare il Philbrook Museum con la sua straordinaria collezione di capolavori italiani del quattordicesimo secolo. Al termine della giornata arrivo ad Oklahoma City.

Giorno 6
OKLAHOMA CITY- CLINTON - AMARILLO (258 miglia/413 km)

Oggi possibilità di vedere la vera ”Main Street America”: piccoli paesi, piccoli negozi sulla Route 66 e provare le emozioni dei tempi in cui la Route 66 era ancora la Mother Road of America. Sosta obbligatoria al Trading Post di Bethany, dove si possono trovare souvenir e gadgets originali della Route 66. D’obbligo è la sosta a Clinton e al Route 66 Museum. Pernottamento ad Amarillo, Texas.

Giorno 7
AMARILLO-TUCUMCARI (237 miglia/379 km)

Poco distante da Amarillo si trova il leggendario “Cadillac Ranch” dove 10 Cadillac sono state sistemate in modo da formare le Grandi Piramidi d’Egitto. Poi si entrerà a Tucumcari nel New Mexico. Il New Messico è chiamata Terra dell’Incanto ed è la patria del popolo indiano.

Giorno 8
TUCUMCARI-SANTA FE-ALBUQUERQUE (233 miglia/375 km)

La prima destinazione della giornata è la “city different”, Santa Fe. La seconda città più vecchia d’America è molto conosciuta per l’arte e soprattutto per l’architettura autentica del Pueblo del sud ovest, che domina tutto il paesaggio della città. E’ una delle capitali più piccole del paese, ma ricca di cultura dei Nativi Americani. Da non perdere è il coloratissimo mercato locale di arti e mestieri degli Indiani che si tiene giornalmente di fronte al Palace of the Governors. Possibilità di passeggiare lungo la piazza della città ricca di gallerie, visitare l’ History Museum o semplicemente gustarsi una tazza di caffè fumante al mitico La Fonda Hotel sulla piazza. Proseguimento verso Albuquerque, la città del Rio Grande e “Big City” del New Mexico. E’ circondata dalle splendide Sandia Mountain. Passeggiata lungo la Old Town Albuquerque oppure visita al Museo del Popolo Indiano.

Giorno 9
ALBUQUERQUE-GALLUP-PETRIFIED FOREST – HOLBROOK (237 miglia/379 km)
Gallup, un’altra storica fermata sulla Route 66, è molto famosa per la sua mescolanza di popolo indigeno e cultura nativa. Entra in Arizona e visita il magnifico Parco Nazionale Petrified Forest. Una sosta in questo luogo offre uno spettacolo magnifico, il panorama naturale fornito dalla foresta pietrificata. Un tempo questa zona era una rigogliosa foresta, che poi successivamente fu coperta da un flusso di lava. Pernottamento a Holbrook.

Giorno 10
HOLBROOK-GRAND CANYON (198 miglia/317 km)
La Route 66 conduce attraverso la città di Flagstaff. Un po’ più a nord si raggiunge una delle maggiori meraviglie mondiali, il Grand Canyon – un luogo di straordinaria bellezza oltre che grandezza. Tempo a disposizione per fare una passeggiata, visitare i numerosi punti panoramici e ammirare questi magnifici scenari. Il Canyon profondo un miglio è un magnifico capolavoro scolpito dal fiume Colorado milioni di anni fa.

Giorno 11
GRAND CANYON – WILLIAMS - LAS VEGAS (297 miglia/475 km)

Lasciate alle spalle il Grand Canyon e ritornate sulla storica Route 66. Svolta per Williams, uno dei tratti più lunghi rimasto invariato della storica strada. Visita questa città dai numerosi negozi unici e dai caratteristici ristoranti rimasti tali dagli anni di apice della Route 66. Entrando a Las Vegas, la città che non dorme mai, si passa da capolavori naturali ad artificiali. La “Strip” ipnotizza con le sue luci, insegne, magnifici hotel, spettacoli e sale per scommesse.

Giorno 12
LAS VEGAS
Oggi la giornata è a totale disposizione per visitare la città e le sue meraviglie. Si potrà tenta la fortuna nei casinò, rilassarsi in piscina oppure fare un’escursione al Red Rock Canyon, alla Death Valley oppure al Fire State Park. Qualsiasi opzione si scelga, sarà sicuramente una giornata di divertimento e svago.

Giorno 13
LAS VEGAS - SANTA MONICA (286 miglia/458 km)
La Route 66 porta al Mojave Desert. Se c’è tempo a disposizione,best replica watches c’è la possibilità di svoltare un po’ prima di Barstow e proseguire nel deserto Mojave per qualche miglio prima di raggiungere la città fantasma di Calico e la sua vecchia miniera d’argento. Attraversando le montagne di San Bernardino, si giunge a Los Angeles, la Dream Factory, sempre soleggiata, con distese di palme, grandi auto e bellissima gente. La Route 66 si trasforma così nel viale di Santa Monica, attraversa Hollywood e Beverly Hills fino a terminare sulla Santa Monica Boardwalk e sull’Oceano Pacifico.